IMMOBILE RESIDENZIALE PLURIFAMILIARE
MILANO



committente: privato
progetto: Dap studio
strutture:ing. Enrico Villa
impianti: Ebner Engineering
cronologia: 2012-2015 
L’edificio si innesta su una preesistenza che è stata ampliata e completamente trasformata.
Il progetto ha eliminato tutte quelle caratterizzazioni tipologiche che rendevano l’edificio originario stridente rispetto al contesto in cui era inserito, ricomponendone l’architettura secondo un disegno più rigoroso e pulito.
Il volume, spogliato delle sue superfetazioni, è stato poi modellato attraverso due azioni principali: l’aggiunta di nuove parti e lo scavo di altre, al fine di dotare tutti gli appartamenti di almeno un balcone e di assecondare, al tempo stesso, le distanze di rispetto dagli altri edifici circostanti .
La composizione delle facciate è basata su una griglia modulare su cui si imposta il disegno delle nuove aperture, dei balconi e del rivestimento di facciata in gres porcellanato a basso spessore di colore grigio scuro e grigio chiaro
Un importante tema di progetto è stato il ripensamento del giardino che, da spazio intimo e privato, è diventato un luogo di relazione e di confronto tra i futuri residenti e lo spazio urbano.
La costruzione del parcheggio interrato ha reso necessario l’aumento di quota del giardino sul retro che è stato disegnato suddividendo il suolo in superfici differenti: pavimentazioni in pietra, superfici a prato, fioriere.