SEDE MUNICIPALE
DENKLINGEN, GERMANIA



committente: Denklingen Municipality
progetto: Dap studio, studio 2MA, Giuliana Gatti
strutture: Dap studio, studio 2MA
impianti: Dap studio, studio 2MA
cronologia: 2013 
Sviluppato nell’ambito di un concorso a inviti indetto dal Comune di Denklingen, il progetto riguarda la realizzazione della nuova sede municipale e di spazi pubblici per la comunità.
La cittadina di Denklingen, non distante da Monaco, si inserisce tra due sistemi geografici importanti che sono il fiume Lech, verso nord-ovest, e un’ampia area boschiva verso sud-est.
Questo piccolo centro ha un carattere prevalentemente rurale ed è dislocato in un paesaggio di tipo agricolo, con ampie vedute verso l’argine del fiume Lech, verso i boschi e verso le Alpi.
L’edificato è costituito da unità di dimensioni ridotte che si organizzano in piccole aggregazioni.
La scala dell’edificato è omogenea e il disegno urbano è piuttosto frammentario
L’orientamento dell’edificato segue principalmente l’andamento della via principale ma, verso l’interno dei lotti, molti corpi di fabbrica sono caratterizzati da cambi di angolazione e da allineamenti diversi.
Il progetto del nuovo Municipio propone un edificio che si inserisce armonicamente nel tessuto urbano, rispettandone la scala, la logica di aggregazione per volumi distinti e le caratteristiche tipologiche.
Sull’area viene proposto un insieme di volumi collegati tra loro che si saldano al disegno urbano riprendendo orientamenti e direzioni dei corpi di fabbrica circostanti
Questo impianto sottolinea la centralità dell’antico panificio, edificio storico che viene mantenuto e che diventa un vero e proprio segno urbano, il “cuore” di tutto il sistema.
Il nuovo Municipio, pur essendo composto di volumi distinti, ha un’immagine forte e unitaria che comunica la sua natura di edificio pubblico e rappresentativo.
Questa unitarietà è il risultato di un trattamento omogeneo di tutti i volumi, sia per quanto riguarda le caratteristiche architettoniche e compositive che per quanto riguarda la scelta dei materiali e delle finiture.
L’architettura degli edifici riprende in chiave contemporanea la tipologia dell’edificato esistente: proporzioni e coperture a falde vengono riproposti all’interno di volumi molto puliti, caratterizzati da bucature di varie dimensioni, da patii e da elementi aggettanti, da superfici in intonaco e da coperture in metallo di colore bianco.
Ognuno dei quattro volumi che compongono l’edificio ha una sua “specializzazione funzionale”. Questo tipo di impostazione ha l’obiettivo di rendere più flessibile l’utilizzo dell’edificio nei diversi orari della giornata e in occasione di particolari eventi.
L’impostazione planimetrica del progetto consente di avere diversi accessi e di non utilizzare alcuni volumi sulla base delle esigenze del momento, con notevoli vantaggi anche dal punto di vista dei costi di gestione.