TBC BANK HEADQUARTER - TBC BANK
TBILISI, GEORGIA




committente: TBC Bank
progetto: Dap studio
strutture: Dap studio
impianti: Dap studio, Telmotor
cronologia: 2012 
Il tema del progetto è la trasformazione e riuso di un organismo architettonico con una forte identità architettonica e storica, un edificio del periodo Sovietico negli anni 60-70 inserito in un’ex area militare a Tbilisi.
Il bando richiede di creare un’architettura contemporanea, mantenendo però la struttura e l’articolazione dell’organismo originario.
La proposta progettuale mantiene ed interpreta l’organizzazione volumetrica e compositiva della preesistenza cercando, al tempo stesso, di trasformare l’edificio in un’architettura contemporanea e fortemente rappresentativa dell’identità della TBC Bank.
La connessione tra suolo ed edificio viene valorizzata al fine di creare una relazione più forte con la scala dell’uomo, il passaggio tra interno ed esterno viene modulato attraverso la creazione di spazi intermedi.
Il masterplan prevede un sistema di spazi pubblici, di percorsi ed aree di sosta che portano vita urbana attorno all’edificio.
L’idea di progetto è quella di creare due sistemi che si compenetrano: una base bassa ed articolata, in cui si fondono il volume dei parcheggi, i due volumi di ingresso, i volumi più bassi dell’edificio originario.
Il trattamento uniforme delle superfici rafforza l’idea di un organismo unitario che radica l’edificio a terra.
Questa base ha anche la funzione di accogliere e organizzare i flussi pedonali e carrabili.
I due nodi più importanti sono i vestiboli d’ingresso. Qui la base si articola, si alza e si aggrappa all’edificio retrostante. All’interno di questi volumi si è lavorato per sottrazione, creando dei vuoti che accolgono giardini e piccole corti. Esternamente la base è uniforme, scandita da listelli in metallo dal passo variabile dietro cui si intravedono ampie vetrate. Sono superfici chiuse ed aperte allo stesso tempo.
L’immagine è quella di una sorta di scrigno, prezioso e sicuro, che rimanda all’identità della banca.
Ad una quota superiore, si innesta sulla base il volume degli uffici, caratterizzato da un trattamento in facciata uniforme e geometricamente rigoroso. Una serie di moduli accostati scandiscono le facciate e sono pensati per conferire profondità alle superfici.
Si tratta di profondi telai metallici, in cui si inseriscono elementi di tamponamento parziale e con diversi gradi di trasparenza: parapetti in vetro, brise soleil, fioriere, rivestimento della facciata retrostante in vetro trasparente e opaco. Questa sovrapposizione crea un sottile gioco di ombre, riflessi, profondità che muovono la facciata e la rendono preziosa.