VILLA UNIFAMILIARE
CAPRIATE



committente: privato
progetto: Dap studio
strutture: ing Mottadelli
impianti: ing Ravasio, ing Delmastro
cronologia: 2010
 
Questa casa unifamiliare sorge su un terreno di forma trapezoidale e consiste in un livello interrato e due piani fuori terra.
Il progetto si caratterizza per l’approccio sostenibile, l’intera struttura è realizzata in legno, l’involucro esterno è rivestito da un isolamento in fibre naturali protetto dagli agenti atmosferici con un tessuto impermeabile e traspirante. L’impianto di riscaldamento e raffrescamento è garantito da un impianto ad energia geotermica.
La pianta a “C” dell’edificio è organizzata in modo asimmetrico e prevede, su entrambi i livelli, due macro - ambiti funzionali distinti: al piano terra, la zona di servizio e la zona giorno; al piano primo la zona notte dei genitori e quella dei figli e degli ospiti.
In posizione baricentrica, in corrispondenza della scala, è previsto uno spazio a doppia altezza sul quale si affaccia la passerella della zona notte al primo piano. La grande vetrata che si affaccia sul giardino è stata pensata come una facciata continua in legno e vetro.
Il giardino, infatti, è una “stanza all’aperto” in diretto rapporto visivo con la casa e organizzato secondo diverse aree funzionali: la piscina, il solarium, la zona pranzo, le aree verdi.
In termini architettonici l’idea di progetto si esprime in una struttura rigida contenente due volumi più morbidi, rivestiti con una lamiera microforata in rame.
L’effetto complessivo è quello di due nastri sovrapposti, il cui andamento sinuoso è tenuto assieme da una sorta di telaio, molto chiuso lungo il fronte stradale a est e molto aperto verso il giardino interno a ovest e a sud.
Per rafforzare l’idea di chiusura verso strada sono stati progettati dei setti in cemento armato a vista che creano delle quinte e rendono graduale, per chi proviene dalla strada privata, il rivelarsi dell’edificio .