URBAN CENTER [PORTA NOVOLI]
FIRENZE



committente: Comune di Firenze
progetto: Dap studio, iDU, J.Marello
consulenza: Roberto Paci Dalò
cronologia: 2004 
L’Urban Center di Firenze [Porta Novoli] è un ambiente permeabile, trasparente, rivolto alla produzione e alla diffusione di contenuti sulla città di Firenze. Non è uno spazio dedicato solo alla attività espositiva ma una struttura che si pone come sistema integrato di comunicazione, in grado di stabilire un elevato grado di coinvolgimento del pubblico, capace di stimolare e sollecitare costantemente l’attenzione dei media.
E’ lo strumento attraverso il quale la città rivela al pubblico i propri cambiamenti e le proprie visioni.
La sede è localizzata, ma la sua presenza è diffusa pur essendo riferibile ad un preciso luogo. Si presenta come struttura ubiqua che si sovrappone e aderisce alla città, è la città contemporanea stessa che riconosce il proprio ruolo e conferisce valore sociale ed economico alla propria trasformazione. L’Urban Center è pensato come un vero e prorpio Sistema Operativo (OS): una riflessione sul ruolo delle teconologie di comunicazione e il riconoscimento della necessità di costituirsi in termini di network inducono ad associare la struttura dell’Urban Center ad una macchina dinamica pronta ad elaborare, produrre ed esibire dei contenuti. Questo porta a definire un ambito permeabile e in continua evoluzione, capace di garantire un significativo livello di interattività tra amministrazione e cittadino.
Immerso nel sistema metropolitano, l’OS dell’Urban Center sfrutta la disponibilità di tecnologie e la capacità di networking, di cui è dotata, per raccogliere dati, monitorare il territorio e dar luogo alla produzione di contenuti relativi alla realtà urbana contemporanea, nonché alla sue future modificazioni